Visite guidate

Ravenna, Bologna e l’entroterra romagnolo

Ben arrivate/i! Mi chiamo Maria Federica Baroncini, sono Guida turistica autorizzata Regione Emilia Romagna, organizzo e conduco visite guidate a Ravenna, Bologna e nelle principali città dell’entroterra romagnolo (Faenza, Brisighella, Dozza), cioè in quel “lato monte” che dalla via Emilia arriva fino alla Toscana. Un territorio ricco di storia e cultura, dove il visitatore ha davvero l’imbarazzo della scelta: dai mosaici di Ravenna, ai Portici di Bologna; dalle ceramiche di Faenza, ai “motori” di Imola; dai “muri dipinti” di Dozza, al centro medioevale di Brisighella.

Sarò lieta di accompagnarvi alla scoperta di questi luoghi, del loro patrimonio  artistico e architettonico, della loro storia…ma anche delle loro storie: di donne e uomini, imperatrici e re, sindaci, preti e “tigresse”, anarchici e soldati…Un patrimonio intangibile di racconti e memorie che rivelano molto di noi e della nostra identità.

Filter

Ravenna

E’ tutto oro quello che luccica.

Faenza

Faenza città della maiolica, tra tradizione ed innovazione.

Dozza

Quando l’uscio di casa è un’opera d’arte.

Brisighella

La Romagna, ad un passo dalla Toscana.

Bologna

Dal 1257, una storia di libertà.

La visita guidata

Una scelta che faremo insieme

Con le mie visite guidate, vi invito a scoprire il nostro territorio “dal di dentro”: per me, accompagnarvi significa non solo mostrarvi i luoghi più significativi, ricchi di arte e di storia, ma anche interagire con le persone che qui vi operano, contribuendo con le loro attività – talvolta tradizionali, altre innovative – a rendere unica questa terra. Chi valorizza le nostre città e l’entroterra con il proprio lavoro e le proprie idee sono i profili più diversi: mosaicisti e ceramisti; librai e vignaioli; panettieri e pasticceri; ma anche studenti intraprendenti e pensionati pieni di iniziativa, che, con progetti mirati, passione e tanta serietà, danno vita ogni anno ad eventi e proposte di grande qualità. Senza di essi, queste città e questi luoghi non manterrebbero la vitalità che li contraddistingue, perché… a nessuno piace vivere in un luogo “morto”!
Cosa vedere e come organizzare la visita, lo decideremo insieme, tenendo conto del tempo che avrete a disposizione, dei vostri interessi e delle vostre risorse.

Perchè una visita con una

guida turistica autorizzata

In un settore purtroppo densamente popolato da abusivi e da finti professionisti culturali senza reale qualifica (ma anche da improvvisati “volontari”), il tanto sudato patentino (cioè l’autorizzazione rilasciata dalla Regione che permette alla guida turistica di lavorare), è la mia garanzia di serietà nei confronti dei clienti.
Ci tengo a precisare che “guidare” è una cosa seria: per farlo in maniera professionale bisogna studiare (tanto!), approfondire questioni storico-artistiche controverse (sulle quali spesso gli stessi storici dell’arte si danno battaglia) e rimanere costantemente aggiornati.
Ammetto che, talvolta, la possibilità di studiare (o ri-studiare!) gli argomenti passa proprio dalle domande dei turisti. Anche dei più piccoli…capaci di notare l’ovvio e chiederti come mai un piatto di ceramica del Cinquecento è decorato con un leone maschio e non con una leonessa…!

Latomonte

è anche consulente turistico

Vi piacerebbe organizzare una gita nella nostra zona, ma non sapete da dove cominciare? Contattatemi e sarò lieta di aiutarvi! Latomonte, infatti, è anche consulente turistico inquadrato con regolare P.IVA. Ciò significa che, oltre a guidarvi, posso (per legge) anche assistervi nella parte organizzativa del vostro viaggio (esclusi i servizi e le attività di competenza delle agenzie di viaggio).

La Tua visita guidata

Andiamo alla scoperta